Copertino

Premio “Gianserio Strafella”, serata finale con Renzo Rubino e Federico Zampaglione

mercoledì 23 maggio 2018

La cerimonia premiazione dell’ottava edizione del concorso regionale d’arte e poesia si terrà sabato prossimo a Copertino presso la cantina Cupertinum.

Tutto pronto per la cerimonia di premiazione della VII edizione del concorso regionale di arte e poesia “Gianserio Strafella” indetto dall’istituto comprensivo 1° polo di Copertino. L’appuntamento è per sabato prossimo alle ore 18, presso la cantina Cupertinum di Copertino.

Quest’anno gli studenti sono stati invitati a confrontarsi con il tema “Gocce dello stesso mare” inviando opere grafiche (disegni e fotografie) o poesie. Al concorso hanno partecipato decine di scuole da tutta la Puglia: in totale sono arrivate alla giuria circa 130 opere dalle scuole esterne e più di 300 poesie.

E se negli anni passati sul palco di Copertino sono saliti e si sono esibiti, tra gli altri, i cantautori Giuliano Sangiorgi, Roberto Vecchioni, Al Bano, l’autrice televisiva Serena Dandini, e la produttrice musicale Caterina Caselli, anche quest’anno non mancheranno le sorprese. Sul palco saliranno quest’anno il cantautore tarantino Renzo Rubino, il cantautore romano Federico Zampaglione, leader dei Tiromancino e i ballerini brindisini Christian, Marcello e Stefano Gargarelli, che hanno trionfato a “Ballando con le stelle”.

Soddisfatte le organizzatrici del concorso, la dirigente Angela Selvarolo e la sua vice, l’insegnante Carmelina Serio Sangiorgi.

“Questo concorso – racconta la dirigente Selvarolo - peculiarità del nostro istituto, è nato dall’esigenza di far conoscere la figura del nostro insigne cittadino che ha firmato opere di grande rilevanza storico-artistica. Negli anni il concorso ha rivolto lo sguardo ad argomenti di attualità che più hanno coinvolto il comune sentire. Sono state chiamate a partecipare tutte le scuole della regione che, attraverso una didattica laboratoriale, aiutano i ragazzi a prendere coscienza degli aspetti più controversi del nostro tempo trasformandoli in forme di arte a loro più confacenti. Ci avviamo verso la premiazione simbolica dei migliori elaborati selezionati da un’inappuntabile giuria che ha via via acquistato una rilevanza internazionale, grazie agli ospiti illustri come Roberto Vecchioni, Albano, Dandini, Caselli, Caccamo, Giuliano Sangiorgi, Alberto Matano, Luca Bianchini, Casarano e altri”.

Alla vicepreside il compito di illustrare il tema scelto per quest’anno: “Da sempre – racconta la vicepreside Serio - il mare ha affascinato poeti e pittori: chi non si è fermato sgomento davanti a questa misteriosa e suggestiva distesa? Il mare è nel nostro DNA con i suoi tesori, con i suoi rischi, col suo richiamo di sirene ingannatrici. Il mare è la metafora della vita stessa con le sue gioie, le sue paure, con la forza di riemergere dagli abissi! Il mare è il viaggio verso la speranza. “Cambiano cielo, non animo, coloro che corrono al di là del mare" e in queste parole di Omero si può comprendere che il mare è il tramite per l'incontro di genti che si rispettino nella loro diversità. "Siamo gocce dello stesso mare" ogni volta che l'uomo ritrova la sua condizione imprescindibile dal valore di ogni singola goccia”.

Altri articoli di "Copertino"
Copertino
18/09/2018
Stessa sorte per una 21enne che ha tentato di trafugare dei ...
Copertino
18/09/2018
L'alta pressione continuerà a garantire tempo stabile e temperature sopramedia. La ...
Copertino
17/09/2018
Un vasto campo anticiclonico, Rodegang, con massimi al suolo poco ad est della catena ...
Copertino
16/09/2018
Asus, azienda di componentistica informatica, è alla ricerca di numerose figure ...
Sta per essere pubblicato uno studio sugli effetti nocivi di alcuni interferenti endocrini presenti in cosmetici, ...